Login
Registrati
[aps-social id="1"]

Treviglio: Percorso di supervisione e sostegno al ruolo rivolto alle coordinatrici e ai coordinatori pedagogici – anno scolastico 2024/2025

 

 

 

Premessa

Il coordinamento pedagogico, come sperimentato da anni, svolge un ruolo fondamentale per la realizzazione della qualità del servizio, il benessere del bambino e delle bambine, la tenuta del gruppo di lavoro e la relazione con le famiglie. Importante anche il lavoro di costruzione e ampliamento delle reti territoriali dove incontrando interlocutori diversi, chi svolge il ruolo di coordinatore/trice dovrà comprendere e far condividere linguaggi, significati, prospettive ed obiettivi per la continuità educativa e per la promozione della cultura d’infanzia.

Il ruolo di coordinamento è estremamente variegato e complesso, seppur molto interessante e gratificante, perché chi svolge tale ruolo è chiamato a interloquire con tante realtà e a rendere sempre più concrete parole come:

accoglienza, fiducia e rispetto, nei confronti di bambini e adulti
responsabilità, motivazione e relazione nel gruppo di lavoro
comunicazione e interazione con il territorio

Destinatari Le coordinatrici dei servizi per l’infanzia. Nidi, Servizi Integrativi, Scuole per l’Infanzia

Numero partecipanti e criteri di ammissione (eventuali priorità) 25/30 persone con priorità per le iscritte all’annualità 2024

Formatore/trice dott.ssa Irene Auletta. Consulente Pedagogica e Formatrice

Calendario e contenuti

21 h annuali da svolgersi in 7 incontri annuali di 3 ore (dalle 14.00 alle 17.00)

7 ottobre 24 – 25 novembre 2024 – 20 gennaio 2025 – 24 febbraio 25 – 24 marzo 2025 – 5 maggio 2025 – 9 giugno 2025

Le “Linee pedagogiche per il sistema integrato “zerosei”, analizzano e offrono immagini evocative e metaforiche per descrivere la professionalità del personale che lavora nei servizi 0-6 anni e il/la coordinatore/trice dovrà orientare e tendere perché questo si attivi ed espliciti in comportamenti e prassi condivise da tutti/e. Il gruppo di lavoro, guidato dal coordinamento, dovrà declinare in azioni i comportamenti suggeriti dalla bozza delle linee guida che vengono così denominate nel profilo di un professionista accogliente, incoraggiante, “regista”, responsabile, partecipe. Se questi comportamenti sono già in parte diffusi nei servizi educativi 0-6 anni, compito del coordinatore/trice sarà anche quello di promuoverli e renderli concreti nei coordinamenti territoriali.

Il piano di comunicazione che dovrà essere elaborato e/o affinato terrà conto delle indicazioni presenti nelle Linee guida anche rispetto all’uso di strumenti digitali e dei social con l’accortezza di accompagnare i gruppi di lavoro e le famiglie a superare pregiudizi, diffidenze e difficoltà e per creare modalità che abbiamo come obiettivo primario la relazione e la promozione dei servizi 0-6 anni, unitamente a tutto il lavoro che viene svolto. Priorità comunicativa ineludibile per essere conosciuti e considerati in tutto il loro valore

 

Obiettivi

La proposta di questa seconda annualità, in continuità con quanto già trattato nell’anno 2024, si focalizzerà sui seguenti obiettivi:

  • Analizzare i temi e le problematiche che emergeranno dalla’esperienza dell’anno passato per capire se le proposte e le indicazioni sperimentate possono essere utilizzate come modello o se è necessario percorrere altre vie.
  • Sviluppare e contestualizzare nuovi bisogni, azioni e significati
  • Sostenere la realizzazione di materiali di divulgazione, a partire dal glossario dei vocaboli utilizzati dalle educatrici e insegnanti nei servizi 0-6, per offrire l’opportunità di confrontarsi sui significati differenti, utilee soprattutto per costruire relazioni proficue e sviluppare la continuità educativa verticale nell’incontro tra i servizi 0-3 e il 3-6.
  • Sostenere parallelamente la realizzazione di una mappa, di un gioco (memory, domino, mappe, gioco dell’oca, cartoline etc.) che ogni scuola o distretto (in allegato una scheda con i molteplici significati) potrà sperimentare. Il personale educativo sarà guidato ad approfondire tali proposte sia attraverso gli incontri formativi che grazie alla partecipazione ai Laboratori.
  • Organizzare, promuovere e sostenere le educatrici e le insegnanti, nelle iniziative territoriali locali orientate a presentare e sperimentare quanto elaborato nei contenitori formativi

Metodologia

Il taglio della supervisione pedagogica coinvolgerà le partecipanti con una metodologia attiva che porrà al centro degli incontri gli oggetti tematici portati dalle stesse a partire da questioni concrete legate alla gestione del ruolo di coordinamento, agli aspetti di complessità da condividere e approfondire, alla possibilità di individuare nuove strategie di intervento, nella logica di un setting di metariflessione.

Sede

Gli incontri si svolgeranno in presenza, nei territori dell’Ambito di Treviglio, in location ancora da definire.

Quota di partecipazione

La frequenza al percorso è gratuita. Sostenuta con i Fondi 0-6 del Ministero dell’istruzione e del merito dati ai Comuni dell’Ambito di Treviglio – Per questo motivo verrà data priorità, nell’accettazione delle iscrizioni, agli operatori/referenti dei servizi/scuole con sede operativa nell’Ambito di Treviglio.

Attestato di frequenza

L’attestato, valido ai fini dell’accreditamento, verrà rilasciato a chi ha partecipato ad almeno il 75% del monte ore complessivo.

Modalità e tempi di iscrizione

Entro il 5 ottobre 2024 tramite il modulo a questa pagina

Riferimenti per informazioni

coordinamentopedagogico06@comune.treviglio.bg.it

Lascia un commento