Login
Registrati
[aps-social id="1"]
Berlino, 2-5 aprile 2024

Viaggio studio: visita ai servizi educativi della rete NOA (lavoro aperto) dal 2 al 5 aprile 2024

L’intervista, a cura di Ferruccio Cremaschi, è un dialogo con Paola Cagliari autrice di “Fuori dal nido. Cento domande e mille risposte possibili per genitori e bambini che crescono”; nel testo, attraverso 100 domande apparentemente semplici si intende divulgare, senza per questo rendere banali i concetti, in primis l’idea fondante che il “bambino fin dalla nascita è intelligente, attivo nella relazione, con una personalità che chiede di essere scoperta e sviluppata, con infinite potenzialità e risorse che interagendo con persone, ambienti, oggetti evolvono diventando abilità, saperi e consapevolezze. Quindi l’idea di un bambino competente fin dalla nascita”.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Verso un’educazione sostenibile

Ecosistemi di ricerca e di apprendimento Il tema della sostenibilità è di frequente evocato in contesti differenti,

[wpv-woo-product-price]
Zeroseiup 6/2023

Un manifesto per la qualità nei servizi per l’infanzia Loredana Bondi Proprio in questi giorni in Francia, educatrici e insegnanti hanno deciso di fare sciopero e scendere in piazza il

L’articolo “Come reagire alla resistenza dei bambini?” è stato scritto nell’ambito del progetto EDIT.

https://www.fh-potsdam.de/studium-weiterbildung/projekte/edit (progetto: studi e formazione continua)

Questo contributo, pubblicato sulla rivista tedesca Waimiki, spiega come gestire i conflitti tra adulti e bambini piccoli. Nell’ambito del progetto EDIT, sono stati affrontati vari aspetti del tema: ad esempio sulla gestione dei conflitti tra bambini. Inoltre, sono stati pubblicati materiali online, consultabili in lingua tedesca sula sito citato sopra, sul cambiamento delle situazioni quotidiane (mangiare, dormire, gestire conflitti, lamentele ...).


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Lavoro Aperto come opportunità di Cambiamento

Enea Nottoli Riflettere sul Lavoro Aperto ci aiuta a capire e a comprendere quali siano i passi


 

 

06UP-elementi-04-radice

Uno spaccato della società matrigna.
I bambini soli o a mezzadria

Battista Quinto Borghi
Loris Malaguzzi aveva ben chiaro in testa che “fare pedagogia” è “fare politica”.
Alla pari di Bruno Ciari (ma anche indubbiamente da un lato di Antonio Gramsci e dall’altro di Paulo Freire) la sua convinzione radicata era quella di considerare l’educazione come strumento per la trasformazione sociale (da qui la sua grande attenzione fattiva e coerente con i figli della classe subalterna di memoria gramsciana) per puntare al rinnovamento, alla crescita e alla equità sociale.

Continua a leggere...
0 comments

L’esperienza della rete Agri-nido/agri-infanzia Regione Marche – 16, 17 e 18 maggio 2023

Un viaggio-studio alla scoperta di una relazione autentica tra infanzia e natura in ambiente rurale.
Il viaggio inizierà a Chiaravalle, dove la Fondazione Chiaravalle Montessori accoglierà i partecipanti e li accompagnerà in visita alla Casa natale di Maria Montessori, recentemente ristrutturata e rinnovata .

Continua a leggere...
 

RILA: cimentarsi nell’applicazione del Lavoro Aperto
25 ottobre

Il percorso prevede e si basa su un lavoro di piccolo gruppo su determinate tematiche – in parte già emerse durate l’incontro in presenza del 25 maggio – in modo tale da facilitare il confronto, la riflessione e lo scambio tra tutti i coordinatori presenti e le differenti realtà.

Per gli incontri di piccolo gruppo sarà a disposizione una piattaforma e i piccoli gruppi saranno seguiti sia da Beatrice Vitali che direttamente da Roger Prott, il quale conferma la sua disponibilità a ricevere mail con domande, riflessioni e richieste a cui darà risposta per sostenere il lavoro di tutti.

Continua a leggere...
Costo:
610,00 euro

Verso un’educazione sostenibile

Ecosistemi di ricerca e di apprendimento

Il tema della sostenibilità è di frequente evocato in contesti differenti, a sostegno o deterrenza di ragionamenti e prese di decisioni, che a volte contrastano con i fini stessi dell’educazione. Il presente volume raccoglie i contributi della sessione tematica Cambiamenti climatici: educazione per un mondo sostenibile che si è svolta durante il convegno Educazione Terra Natura 2022 presso la Libera Università di Bolzano a Bressanone. Le ricerche di questo volume esaminano l’educazione alla sostenibilità rispetto agli ambienti in continua evoluzione che, a nostro modo di vedere, trovano suggestioni e riferimenti al modello ecologico di Bronfenbrenner. L’ambiente è così costituito da una serie di strutture concentriche incluse l’una nell’altra: microsistema, mesosistema, ecosistema e macrosistema. Il volume si apre con le relazioni di Birbes, di Braga e di Ellerani. Le sezioni a seguire suddividono i contributi rispetto alla dimensione del modello ecologico prevalente: Parte 1 Microsistema (contributi di Bufalino, D’Aprile e Trovato; Buonanno; Comerio; De Carlo; Meneghel; Profanter); Parte 2 Mesosistema (contributi di Magagnoli; Santoni e Veronese); Parte 3 Esosistema (con contributi di Bertolino, Parile e Perazzone; Boaretto; Bornatrici; Francesco ed Elia; Mazzoli; Montanari; Natalini; Nuzzaci e Rizzi; Pileggi; Strongoli; Ventura; Villano); Parte 4 Macrosistema (con contributi di Baroni, Agostini, Gross e Francesconi; Calvano, Parisi e Tondo; Giunta; Monaco; Mugnani). L’insieme dei saggi offre molteplici sguardi di possibili ecosistemi di apprendimento e innovazione, nei quali anche la ricerca educativa, le strutture, la cultura, le pratiche e le politiche si allineano per promuovere l’educazione alla sostenibilità.

Dialoghi

intorno al sistema formativo integrato 0/6 in Emilia-Romagna

È possibile offrire un contributo significativo ad un territorio rappresentato da differenti istanze istituzionali? Il Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia, in questa fase delicata di attuazione di quanto disposto dal D.lgs. 65/2017, come può contribuire in modo favorevole al dibattito e alla messa a punto di politiche educative per l’infanzia e per le famiglie? Soprattutto, è possibile farlo garantendo legittimità a ciascun interlocutore e consentendo che i temi trattati possano divenire materia di studio, approfondimento e proposta da parte del GNNI e dei gruppi territoriali?

Riprendo la mia vita

15 storie, 15 donne, tutte diverse ma con un unico denominatore: avere subito violenza, ma essere riuscite a riemergere e riconquistare la propria vita. Si presentano con il nome di un fiore che hanno scelto e che garantisce l’anonimato. Mettono in evidenza fatti, situazioni dolorose, i tanti pericoli che hanno vissuto.

Sono tutte riconoscenti alle Operatrici Volontarie e Professioniste che hanno incontrato al Centro Per Non Subire Violenza che nella seconda parte del libro offrono le loro testimonianze.

Un libro corale, un lavoro condiviso, una rappresentazione puntuale di tutto il lavoro e le risorse che vengono messe quotidianamente in campo.

EDITORIALE

Un manifesto per la qualità nei servizi per l’infanzia

Loredana Bondi

Proprio in questi giorni in Francia, educatrici e insegnanti hanno deciso di fare sciopero e scendere in piazza il 18 ottobre, per difendere la qualità delle strutture per l’infanzia. I problemi sollevati in Francia sono molto simili a molti di quelli che stiamo vivendo in Italia, anche se i recenti provvedimenti normativi relativi al nostro sistema zerosei, dopo anni di esperienze e di ricerche che riguardano il mondo dell’infanzia, riconoscono e approvano principi e diritti di tutti i bambini e le bambine ad avere servizi educativi di qualità.

...continua a leggere

06UP MAGAZINE N.6, 2023

L’INTERVISTA

Fuori dal nido

L’intervista, a cura di Ferruccio Cremaschi, è un dialogo con Paola Cagliari autrice di “Fuori dal nido. Cento domande e mille risposte possibili per genitori e bambini che crescono”; nel testo, attraverso 100 domande apparentemente semplici si intende divulgare, senza per questo rendere banali i concetti, in primis l’idea fondante che il “bambino fin dalla nascita è intelligente, attivo nella relazione, con una personalità che chiede di essere scoperta e sviluppata, con infinite potenzialità e risorse che interagendo con persone, ambienti, oggetti evolvono diventando abilità, saperi e consapevolezze. Quindi l’idea di un bambino competente fin dalla nascita”.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

ELINOR GOLDSHMIED

Tra le pieghe delle parole

Una riflessione sul modo di comunicare con i bambini

La testimonianza di Paola Eginardo rende evidente come attraverso il linguaggio, a qualsiasi età, passi l’apprendimento, la cultura e la relazione

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

LA QUALITA’ IN AZIONE

Contesti di vita outdoor

Progettazioni che vivono e valorizzano le proprie realtà territoriali
Beatrice Serventipresenta diverse esperienze, praticate nei servizi educativi della zona di La Spezia, che hanno in comune lo scopo di stimolare, seguire e amplificare le curiosità dei bambini e con la capacità di creare situazioni e contesti nei quali ogni bambino è libero di sperimentare in base alle proprie caratteristiche e ai propri interessi.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

EDUCAZIONE TERRA NATURA

La medicina forestale per dare valore al legame tra l’uomo e la natura

Maela Canu, Nunzia Leone
La Medicina Forestale può essere la risposta per tornare a considerare e dare valore all’Antico Legame di Vita e Salute tra l’Uomo, la Natura e le nostre Foreste! La Medicina Forestale assume un importante e straordinario valore Terapeutico e Sociologico.

Continua a leggere...

CONTROCORRENTE

Nel testo della nostra preziosa costituzione

Cassandra

Nel testo della nostra preziosa costituzione si ritrovano, se si supera una lettura superficiale, veri e propri diritti dei bambini, alla stregua di quelli enunciati nelle Carte internazionali

Continua a leggere...

PROFESSIONALITA’

Un bilancio e prospettive a 6 anni dalla emanazione del d.lgs. n. 65/2017 (2A parte)

Massimo Nutini e Gabriele Ventura entrano nel dettaglio dei finanziamenti PNRR per le strutture zerosei, illustrando anche il prossimo bando in arrivo, e i finanziamenti per la gestione del Fondo di Solidarietà Comunale, arrivando a suggerire modalità attuative nei singoli territori per utilizzare al meglio ed in modo coordinato le tante risorse che nei prossimi anni saranno erogate.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

BUONE PRATICHE

Treni della felicità, Istituto Storico.

I “treni della felicità”

Il bisogno di solidarietà e cura nei confronti dell’infanzia è urgente anche in questo momento storico, spesso misconosciuto o negato. la storia dei “treni della felicità” ripresa da Marica Marcellino racconta un modo in cui si cercò di rispondere a questi bisogni nell’italia dell’immediato dopoguerra.

Continua a leggere...

EDUCAZIONE TERRA NATURA

La fattoria dei piccoli

Alessio Ricciotti
“La Fattoria dei Piccoli” è un progetto di educazione in natura e in fattoria nato nel 2019 per bambini/e dai 3 ai 6 anni. È promosso dall’associazione di promozione sociale Prima Educare, in collaborazione con il circolo Legambiente – Festambiente APS di Grosseto. Da questa iniziativa di educazione esperienziale outdoor è nato “Terra Terra”, un centro di formazione pedagogica outdoor e di educazione ambientale alla Casa Ecologica del Centro “Il Girasole” di Legambiente – Festambiente APS di Grosseto.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

Sulle tracce della meraviglia

Stefano Piana
Dalle Classi delle Montagne alla Scuola della Meraviglia. Storia e cronistoria (brevi) ma soprattutto senso di un progetto educativo didattico nel primo ciclo di istruzione

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

GENERARE COMUNITA’ EDUCANTI

 

Generare comunità educanti

La Direzione dei servizi educativi del Comune di Verona ha aperto l’anno educativo 2023/24 con un Seminario e una Mostra del lavoro dei e nei servizi. Riportiamo, in questo inserto speciale, i testi delle relazioni e le immagini della Mostra, che nasce dall’idea di narrare le comunità educanti che vivono

Continua a leggere...

I CORTI DI LORIS

Teste ben fatte piuttosto che piene – febbraio 1989

Loris Malaguzzi propone alcune considerazioni e riflessioni critiche sul Documento Intermedio per la riforma degli Orientamenti che usciranno poi definitivamente nel 1991

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

I SAPERI

Corpo ed educazione – formare adulti capaci di riconoscere i bambini

A partire dall’assunto che “nel periodo che va dalla nascita ai sei anni, in particolare, il canale comunicativo privilegiato del bambino è quello non verbale, corporeo”, Claudia Lichene pone l’attenzione sull’ascolto e riconoscimento dell’iniziativa del bambino e sulla comunicazione non verbale a scuola.
Si sofferma, inoltre, sull’importanza della formazione degli educatori e docenti nel mettere al centro della proposta educativa, il bambino, con il suo corpo.
Il contributo si conclude con degli sfidanti spunti di riflessione e lavoro: un curricolo verticale (0-14), fondato sul paradigma della cura, che valorizzi il corpo e il movimento.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

C’è (più di) un pericolo nei social network

Gabriele Lugaro

Negli scorsi articoli abbiamo avuto modo di esporre le ricerche e i progetti che CED - Centro per l’Educazione Digitale ha sviluppato e sta realizzando in vari contesti educativi focalizzando parte del nostro lavoro sulla necessità di portare i temi dell’educazione digitale in tutto il sistema educativo 06. L’urgenza di coinvolgere tutti gli attori e le attrici del sistema, docenti, famiglie, ASL, amministrazioni pubbliche, è la conseguenza di quella che possiamo definire una delle sfide più importanti della contemporaneità: L’Educazione Digitale. Dopo aver affrontato questo tema concentrandoci sullo 06, allarghiamo il campo di analisi ed esploriamo le scuole superiori e il rapporto di studenti e studentesse con i social network.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

Il gruppo degli “adulti educanti”

Alma Gentinetta, Saura Fornero
La scuola è “motore della società” già diceva John Dewey, pioniere della “scuola attiva e progressiva” a metà del secolo scorso. E la scuola dell’infanzia può contribuire a favorire in tutti una rivisitazione, una riscoperta di valori, di modalità di confronto, di inclusione e contrasto alle diseguaglianze che sono prospettive da coltivare per una società migliore. Questo è possibile se gli attori della scuola stessa operano come un gruppo.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

IMMAGINI PAROLE LIBRI

Inquadrare il mondo da altri punti di vista, approfondire lo sguardo
Il nuovo albo fotografico di Tana Hoban: LOOK BOOK

Mostre fotografiche ne vediamo sempre più frequentemente, ma gli albi fotografici hanno difficoltà a farsi strada sul mercato librario per l’infanzia. L’albo fotografico, LOOK BOOK, grazie all’editrice Camelozampa, ha raggiunto finalmente anche il pubblico italiano, dopo 26 anni dalla sua prima edizione.

Continua a leggere...

Non sei ancora abbonato a Zeroseiup???

Scopri le nostre proposte: abbonamento alla rivista, rivista + accesso agli articoli online, abbonamento online

clicca qui per maggiori informazioni

 

 

ZEROSEIUP online - registrazione Tribunale di Bergamo n. 16 03/06/2015 - ISSN 2499-8915

Direttore responsabile: Ferruccio Cremaschi

 

06UP-elementi-04-radice-corta