Login
Registrati
[aps-social id="1"]
Teramo: Il diritto alla natura dei bambini Aprile/Maggio – 2022 Iscrizione a due moduli

    Esperienze di formazione secondo i principi dell’ecopedagogia Due moduli per 25 ore di formazione ed

Un modo concreto di attuare il principio che i bambini sono cittadini a tutti gli effetti e partecipano alla vita sociale


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Una scommessa per il futuro tra emergenze e resilienza

Approcci complessi dell’educativo Emergenza, resilienza e sostenibilità rappresentano alcuni dei framework teorici e operativi attorno a cui

[wpv-woo-product-price]
Zeroseiup 3/2022

Sempre di meno e altre riflessioni Ferruccio Cremaschi In tutti i gradi scolastici il piacere di apprendere cose nuove dovrebbe evitare l’opposizione tra il ruolo di studente e la persona

Marine Schmoll, psicologa clinica in asili nido e membro dell’ANAPSY.p.e. (Associazione Nazionale degli Psicologi per la prima infanzia - Francia), osserva che i protocolli sanitari hanno modificato le regole della vita negli asili e in particolar modo quelle cui è sottoposto il gioco.

La domanda che si pone è la seguente: ne deriva una riduzione delle libertà dei bambini e degli adulti, genitori e educatori, che li circondano?


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Lavoro Aperto come opportunità di Cambiamento

Enea Nottoli Riflettere sul Lavoro Aperto ci aiuta a capire e a comprendere quali siano i passi


 

 

06UP-elementi-04-radice

Attualità

bambino 3 anni che gioca

Ma al Ministero dell’Istruzione i servizi 0-3 interessano?

In Italia abbiamo sappiamo che i processi educativi di qualità e accessibili a tutte e tutti sono un punto fondamentale nello sviluppo di bambini e bambine.

Continua a leggere...

Blog

Per una governance solidale: lo 0-6 come spazio di prossimità possibile*

Alcune riflessioni delle studentesse del Convegno Nazionale del Gruppo. Attraversare il sistema integrato per superare la povertà dentro e fuori

Continua a leggere...

Teramo: Il diritto alla natura dei bambini Aprile – Maggio 2022

Esperienze di formazione secondo i principi dell’ecopedagogia – 3 Moduli per 36 ore di formazione ed esperienza

Continua a leggere...
Costo:
100,00 euro a modulo

Una scommessa per il futuro tra emergenze e resilienza

Approcci complessi dell’educativo

Emergenza, resilienza e sostenibilità rappresentano alcuni dei framework teorici e operativi attorno a cui gravitano i saggi raccolti nel volume, suddivisi in quattro sezioni:

Prospettive teoriche e riflessioni pedagogiche su emergenza e resilienza (con contributi di Elisabetta Biffi, Alessandro Vaccarelli, Alison Clark);

Pedagogia, educazione e pandemia (Gambacorti-Passerini, Sara Baroni, Paolo Lucattini, Grazia Lombardi, Silvia Nanni);

Per cambiare il futuro (Nicoletta Di Genova, Sara Bornatici, Alessandro Ferrante, Camilla Barbanti, Mirca Benetton, Maria Grazia Carnazzola);

Progettualità (Simona Sandrini, Rita Locatelli, Caterina Braga, Monica Marinoni, Matteo Pra Mio, Christian Upmeier).

Il volume, che attinge a diversi momenti – relazioni di base, sessioni seminariali e di call for papers – del 5° Convegno Internazionale Educazione Terra Natura. Conoscenza Complessità Sostenibilità del 2020, documenta un lavoro di riflessione teorica, ricerca sul campo e progettazione educativa di apertura verso problematiche sociali, con particolare riferimento agli obiettivi e alle indicazioni programmatiche dell’Agenda 2030.

Il libro si rivolge a studenti, insegnanti, educatori, ricercatori e offre un contributo tanto nell’ottica di una riflessione su temi caldi e di attualità quanto come primo step per la costruzione di una condivisa progettazione educativa che guardi al futuro.

Fare esperienze di accoglienza nella scuola dell’infanzia

L’accoglienza fa bene non solo a chi viene accolto, ma anche a chi la pratica.

Gli strumenti, gli spazi, i giochi dell’accoglienza, presentati nel volume, costituiscono una traccia di cui ogni insegnante può avvalersi per realizzare un suo percorso di senso PER e CON le proprie allieve e i propri allievi, ma anche una modalità divergente di intendere la professione.

La docente accogliente si affida alla propria sensibilità e riconosce a se stessa la libertà di definire, partendo dallo studio del sistema in cui il bambino è inserito e opera, sia il rapporto con il gruppo sezione, sia la concreta e quotidiana azione educativa.

La professione docente stessa si connota, in questo percorso, come avventura i cui esiti non sono mai scontati, fornendo, grazie al nutrimento professionale e personale che ne deriva, anche una significativa difesa contro la fatica dell’insegnare.

 

 

Quartiere educante

L’esperienza della Scuola diffusa nei Quartieri Spagnoli di Napoli

Dispersione e abbandono scolastico, pedagogia sociale a contrasto delle povertà educative, necessità di allargare i confini della comunità educante sono ragioni che invitano la scuola a cambiare i suoi tradizionali paradigmi, ripensando spazi, tempi, soggetti chiamati a partecipare, insieme a insegnanti e genitori, a un diverso modello educativo.

Nel solco delle più interessanti esperienze internazionali di pedagogia sociale e attiva, la Scuola diffusa, realizzata dal 2018 per il ciclo della secondaria di primo grado nei Quartieri Spagnoli di Napoli, che si svolge anche fuori dalle aule tradizionali e coinvolge un intero quartiere che diventa quartiere educante, è una scuola che intende ritrovare una effettiva centralità nei processi di sviluppo ed emancipazione di comunità fragili e marginalizzate, ma può anche ispirare l’orizzonte scolastico di un intero paese.

 

EDITORIALE

Sempre di meno e altre riflessioni
Ferruccio Cremaschi

In tutti i gradi scolastici il piacere di apprendere cose nuove dovrebbe evitare l’opposizione tra il ruolo di studente e la persona con le sue esigenze e le sue capacità.

Nella scuola dell’infanzia c’è vita, si rispettano i bisogni delle bambine e dei bambini che dicono quello che pensano, costruiscono, lavorano, fanno spettacoli.

Dovrebbero continuare per tutto il corso degli studi alcuni caratteri dei nidi e delle scuole dell’infanzia. L’incontro con le materie di studio con argomenti e metodi adatti fanno progredire conoscenze, interessi e capacità. La metodologia dei laboratori è accessibile come la ricerca, interpreta molte esperienze, sgombera da pregiudizi l’educazione motoria e sessuale. Tra i tanti problemi.

...continua a leggere

06UP MAGAZINE N.3, 2022

Copertina della rivista Zero Sei Up. Colori arancioni. Bambini che corrono

L’INTERVISTA

Persone seduta in una sale per un convegno

La formazione in servizio

Un elemento della qualità, un passaggio essenziale per la realizzazione del sistema. Il decreto 65/2017 ha affidato al Ministero dell’Istruzione il ruolo di promotore delle iniziative di formazione. Con la nota del 22 gennaio sono state fornite le indicazioni per iniziative congiunte rivolte al personale del sistema zerosei. Responsabilità dei

Continua a leggere...

RI-PENSARE AI BAMBINI

La continuità del percorso educativo 0/6

La continuità formativa è una delle componenti della qualità. In questo articolo trovi una guida pensata sull’attualità secondo le direttive l’ONU.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

 

Per una governance solidale: lo 0-6 come spazio di prossimità possibile*

Alcune riflessioni delle studentesse del Convegno Nazionale del Gruppo. Attraversare il sistema integrato per superare la povertà dentro e fuori

Continua a leggere...

GOLDSCHMIED

Coltivare rapporti resilienti con le famiglie. Prima parte: il sentire delle educatrici.

Il particolare e difficile momento storico che stiamo vivendo, caratterizzato da eventi traumatici come la pandemia e la guerra, oltre a sollecitare riflessioni personali, chiama gli adulti e gli educatori all’ascolto e all’accoglienza sia dei bambini sia delle famiglie.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

CONTROCORRENTE

bambino 3 anni che gioca

Ma al Ministero dell’Istruzione i servizi 0-3 interessano?

In Italia abbiamo sappiamo che i processi educativi di qualità e accessibili a tutte e tutti sono un punto fondamentale nello sviluppo di bambini e bambine.

Continua a leggere...

PROFESSIONALITÀ

quattro foto di bambini che giocano all'aperto

Percorsi formativi tra nido e scuola dell’infanzia

La continuità educativa è l’opportunità di crescita, di socialità, di gioco e di apprendimento in contesti educativi inclusivi, sicuri e di qualità e l’azione sulle disuguaglianze e sulle povertà educative.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

bambine che giocano a scuola viste dall'alto

Il ruolo dei pari nello sviluppo del linguaggio in età prescolare

L’autrice, alla luce di recenti ricerche, mostra come la motivazione autentica alla comunicazione e le differenze e peculiarità del linguaggio utilizzato da ogni bambino rendono “le interazioni ludiche e conversazionali con i pari una risorsa importante per l’apprendimento del linguaggio in età prescolare”.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

Una mucca nella stalla con tre vitelli

L’alimentazione animale e l’ambiente

Una maggiore consapevolezza delle ricadute ambientali e sulla salute delle proprie scelte alimentari è possibile anche da parte dei più piccoli. L’autrice suggerisce le indicazioni metodologiche e presenta alcune storie grazie alle quali è possibile compiere tali riflessioni.  Per quanto riguarda la bioetica e la bioetica animale si rimanda al…...

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

bambini raccolgono fiori gialli in un campo

La documentazione pedagogica come pratica di cura

La documentazione riveste un ruolo nell’ascolto, e nella partecipazione dei bambini e delle famiglie all’interno dei contesti educativi.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

bimbo e mamma per mano di spalle

Prendimi per mano

Un gesto come quello di stringersi la mano racchiude una ricchezza di significati dei quali tenere conto nell’esperienza educativa.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

IMMAGINI PAROLE LIBRI

Copertina libro Molly e Mae

 

Il viaggio dell’amicizia fra curve e rettilinei della relazione

Liti e conflitti fanno parte del percorso di crescita umana, affrontarli in modo civile e imboccare la via della riconciliazione è a volte arduo, non solo per i bambini e le bambine. I libri possono dare spunti di riflessione, offrire la possibilità di riconoscere una parte di se stessi nella

Continua a leggere...

 

DIDATTICA

bambina che soffia le bolle

Proprietà cognitive del sistema motorio

Il ruolo dell’esperienza motoria nello sviluppo è da tempo riconosciuto da psicologici e pedagogisti; tuttavia è stato messo in secondo piano, “soprattutto per quello che riguarda l’educazione scolare, a favore di apprendimenti basati sul ragionamento astratto e sull’uso del linguaggio per il trasferimento dei concetti. Pur non negando l’importanza dell’astrazione…...

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

“Tutti a bordo” una progettazione per bambini attivi nel territorio

Un modo concreto di attuare il principio che i bambini sono cittadini a tutti gli effetti e partecipano alla vita sociale

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Continua a leggere...

KORCZAK

Disegno con profughi in fuga

Conflitti, guerre, l’assurdità adulta

Alcuni episodi significativi della vita di Korczak e suggerisce alcune pratiche educative volte a superare i conflitti tra i bambini.

Continua a leggere...

Non sei ancora abbonato a Zeroseiup???

Scopri le nostre proposte: abbonamento alla rivista, rivista + accesso agli articoli online, abbonamento online

clicca qui per maggiori informazioni

 

 

ZEROSEIUP online - registrazione Tribunale di Bergamo n. 16 03/06/2015 - ISSN 2499-8915

Direttore responsabile: Ferruccio Cremaschi

 

06UP-elementi-04-radice-corta