Login
Registrati
[aps-social id="1"]

Pedagogia della memoria

Dario Arkel

“La Storia di per sé non insegna comportamenti virtuosi, abbisogna per educare dell’empatia con le vittime. Della cultura dell’anima”, ecco che diventa necessario che la pedagogia si occupi del dolore dei bambini, non solo con il dovuto distacco delle “ricerche storiche”, bensì tramite l’empatia.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Educazione e natura per un agire riflessivo

Il primo passo per l’elaborazione di un processo di riprogettazione di pratiche e strategie operative per rifondare modelli pedagogici ed esperienze educative è una profonda riflessione sul rapporto uomo-natura e sulle conseguenti implicazioni sul piano educativo e formativo.

Ilaria Mussini ci accompagna e propone alcune possibili piste esplorative e operative.

L’educatore e gli interventi di assistenza educativa scolastica

Alessandra Bai

Il modo di leggere e interpretare la realtà, l’attitudine e l’atteggiamento con il quale si intessono le relazioni per le persone impegnate in educazione divengono aspetti ai quali dedicare attenzione, sulle quali riflettere e formarsi. Di fatto costituiscono l’impronta di un profilo professionale che voglia mettere in atto pratiche educative sostenibili e inclusive.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Educazione e natura per un agire riflessivo (2° parte)

Ilaria Mussini

Nella pratica dei servizi di Correggio, progettare contesti di esperienza secondo un approccio in senso ecologico, ha permesso di focalizzare l’attenzione sulla cura delle interazioni e sulle qualità eco-sistemiche dei processi attivati.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Pandemia da covid-19 e educazione

Enrica Fontani

L’evento pandemico non ancora concluso ha suscitato in noi un profondo bisogno di comprendere quanto sta accadendo; l’intensa incertezza che ancora ci abita, oltre a provocare un disagio psicologico, ci predispone a nuove letture della realtà. Alcuni autori che hanno segnato la storia della pedagogia e del pensiero possono indicare la direzione da intraprendere verso un pensiero sistemico e che predisponga “alla lettura complessa delle circostanze di vita e di esperienza dell’unità uomo-natura”

(Pinto Minerva, F., 2014).


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

La cittadinanza e il bene comune

Cinzia Mion ci conduce in necessarie riflessioni sul bene comune, sulla difficoltà nel nostro Paese ad orientarsi verso questo valore, sui passi da compiere, come adulti ed educatori,
perché le bambine e i bambini imparino


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Infanzia Laboratori Esperti esterni

Francesco De Bartolomeis, il decano e più conosciuto pedagogista del nostro Paese, ci regala questo articolo, a tutto campo, dall’infanzia all’università, all’inizio del nuovo anno scolastico che dovrebbe segnare un rinnovato interesse per l’educazione e formazione delle nuove generazioni. Con un linguaggio incisivo ritorna su alcuni temi principali della formazione quali: lo sviluppo dell’identità, il rispetto dei tempi e delle modalità di procedere di ogni bambino o ragazzo, il valore centrale del gruppo, l’apprendere insieme bambini e adulti tramite la ricerca, il rapporto con le realtà esterne alla scuola più qualificate nei vari campi disciplinari, superando il pericolo dell’autarchia scolastica.

Vita da ragazze

Ornella Martini osserva l’evoluzione del modo di concepire il proprio corpo, quindi la propria identità da parte delle ragazze, evoluzione sospinta, oltre che dal contesto socio – culturale, dalla comunicazione digitale e dall’isolamento


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati