Login
Registrati
[aps-social id="1"]

Game over?

Cassandra
A metà del percorso verso gli obiettivi dell’Agenda 2030, il segretariato dell’Onu ci comunica che solo il 12% dei target previsti sembra al momento realizzabile. Il che vuol dire che, se non si inverte la rotta di marcia, nel 2030 ci saranno 575 milioni di persone in povertà estrema e 660 milioni senza elettricità.
Quest’anno, il numero dei rifugiati è arrivato a 114 milioni.

Per decidere tra 30 e 50…partiamo dai nidi

Cassandra
Gianni Morandi in una nota canzone di tanti anni fa proclamava di voler correre a 100 all’ora per andare dall’amore suo. Dunque, la velocità come strumento necessario per potere abbreviare i tempi e ritrovarsi nei propri affetti.

A duecento metri dalle nostre rive

Cassandra

Ancora una volta siamo, in questi giorni in cui scrivo, di fronte ad un mare che restituisce, e forse solo in parte, chi lo ha sfidato per arrivare sulle nostre coste. E purtroppo ancora una volta tanti, troppi sono i bambini e le bambine che hanno avuto il mare come loro ultimo letto…

Vento europeo

Cassandra
La tanto vecchia, vituperata Europa, quella da cui per alcuni dobbiamo staccarci per difendere rigorosamente i nostri diritti e le nostre potenzialità, ogni tanto mi sorprende. Mentre da noi siamo alle prese con ripensamenti, ritorni a un supposto glorioso passato, cancellazioni e riscritture, quello strano agglomerato sorto un po’ di tempo fa anche per espressa volontà del nostro Paese continua – magari lentamente, ma continua – a macinare qualche pensiero interessante.

Sentinella, quanto resta della notte?

Cassandra


Le elezioni sono terminate con un esito chiaro – una maggioranza se non di voti, di eletti senz’altro – e con una novità non certo secondaria, la prima donna a capo di un Governo del nostro Paese. Non era scontato e, visti anche i partner che la circondano da anni impegnati in una baldanzosa gara sulla superiorità maschile, non sarà così semplice mantenere la leadership.

Parole o fatti concreti?

Cassandra

Nel mio primo intervento in questa rubrica avevo posto alcuni interrogativi in merito alla situazione esistente nei servizi 0-6, a partire da una specifica considerazione: una volta sanciti determinati principi, era necessario constatare che la loro traduzione pratica avesse ancora molta strada da percorrere.