Login
Registrati
[aps-social id="1"]


Zeroseiup 6/2023

EDITORIALE

Un manifesto per la qualità nei servizi per l’infanzia

Loredana Bondi

Proprio in questi giorni in Francia, educatrici e insegnanti hanno deciso di fare sciopero e scendere in piazza il 18 ottobre, per difendere la qualità delle strutture per l’infanzia. I problemi sollevati in Francia sono molto simili a molti di quelli che stiamo vivendo in Italia, anche se i recenti provvedimenti normativi relativi al nostro sistema zerosei, dopo anni di esperienze e di ricerche che riguardano il mondo dell’infanzia, riconoscono e approvano principi e diritti di tutti i bambini e le bambine ad avere servizi educativi di qualità.

...continua a leggere

06UP MAGAZINE N.6, 2023

L’INTERVISTA

Fuori dal nido

L’intervista, a cura di Ferruccio Cremaschi, è un dialogo con Paola Cagliari autrice di “Fuori dal nido. Cento domande e mille risposte possibili per genitori e bambini che crescono”; nel testo, attraverso 100 domande apparentemente semplici si intende divulgare, senza per questo rendere banali i concetti, in primis l’idea fondante che il “bambino fin dalla nascita è intelligente, attivo nella relazione, con una personalità che chiede di essere scoperta e sviluppata, con infinite potenzialità e risorse che interagendo con persone, ambienti, oggetti evolvono diventando abilità, saperi e consapevolezze. Quindi l’idea di un bambino competente fin dalla nascita”.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

ELINOR GOLDSHMIED

Tra le pieghe delle parole

Una riflessione sul modo di comunicare con i bambini

La testimonianza di Paola Eginardo rende evidente come attraverso il linguaggio, a qualsiasi età, passi l’apprendimento, la cultura e la relazione


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

LA QUALITA’ IN AZIONE

Contesti di vita outdoor

Progettazioni che vivono e valorizzano le proprie realtà territoriali
Beatrice Serventipresenta diverse esperienze, praticate nei servizi educativi della zona di La Spezia, che hanno in comune lo scopo di stimolare, seguire e amplificare le curiosità dei bambini e con la capacità di creare situazioni e contesti nei quali ogni bambino è libero di sperimentare in base alle proprie caratteristiche e ai propri interessi.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

EDUCAZIONE TERRA NATURA

La medicina forestale per dare valore al legame tra l’uomo e la natura

Maela Canu, Nunzia Leone
La Medicina Forestale può essere la risposta per tornare a considerare e dare valore all’Antico Legame di Vita e Salute tra l’Uomo, la Natura e le nostre Foreste! La Medicina Forestale assume un importante e straordinario valore Terapeutico e Sociologico.

Continua a leggere...

CONTROCORRENTE

Nel testo della nostra preziosa costituzione

Cassandra

Nel testo della nostra preziosa costituzione si ritrovano, se si supera una lettura superficiale, veri e propri diritti dei bambini, alla stregua di quelli enunciati nelle Carte internazionali

Continua a leggere...

PROFESSIONALITA’

Un bilancio e prospettive a 6 anni dalla emanazione del d.lgs. n. 65/2017 (2A parte)

Massimo Nutini e Gabriele Ventura entrano nel dettaglio dei finanziamenti PNRR per le strutture zerosei, illustrando anche il prossimo bando in arrivo, e i finanziamenti per la gestione del Fondo di Solidarietà Comunale, arrivando a suggerire modalità attuative nei singoli territori per utilizzare al meglio ed in modo coordinato le tante risorse che nei prossimi anni saranno erogate.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

BUONE PRATICHE

Treni della felicità, Istituto Storico.

I “treni della felicità”

Il bisogno di solidarietà e cura nei confronti dell’infanzia è urgente anche in questo momento storico, spesso misconosciuto o negato. la storia dei “treni della felicità” ripresa da Marica Marcellino racconta un modo in cui si cercò di rispondere a questi bisogni nell’italia dell’immediato dopoguerra.

Continua a leggere...

EDUCAZIONE TERRA NATURA

La fattoria dei piccoli

Alessio Ricciotti
“La Fattoria dei Piccoli” è un progetto di educazione in natura e in fattoria nato nel 2019 per bambini/e dai 3 ai 6 anni. È promosso dall’associazione di promozione sociale Prima Educare, in collaborazione con il circolo Legambiente – Festambiente APS di Grosseto. Da questa iniziativa di educazione esperienziale outdoor è nato “Terra Terra”, un centro di formazione pedagogica outdoor e di educazione ambientale alla Casa Ecologica del Centro “Il Girasole” di Legambiente – Festambiente APS di Grosseto.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

Sulle tracce della meraviglia

Stefano Piana
Dalle Classi delle Montagne alla Scuola della Meraviglia. Storia e cronistoria (brevi) ma soprattutto senso di un progetto educativo didattico nel primo ciclo di istruzione


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

GENERARE COMUNITA’ EDUCANTI

 

Generare comunità educanti

La Direzione dei servizi educativi del Comune di Verona ha aperto l’anno educativo 2023/24 con un Seminario e una Mostra del lavoro dei e nei servizi. Riportiamo, in questo inserto speciale, i testi delle relazioni e le immagini della Mostra, che nasce dall’idea di narrare le comunità educanti che vivono

Continua a leggere...

I CORTI DI LORIS

Teste ben fatte piuttosto che piene – febbraio 1989

Loris Malaguzzi propone alcune considerazioni e riflessioni critiche sul Documento Intermedio per la riforma degli Orientamenti che usciranno poi definitivamente nel 1991


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

I SAPERI

Corpo ed educazione – formare adulti capaci di riconoscere i bambini

A partire dall’assunto che “nel periodo che va dalla nascita ai sei anni, in particolare, il canale comunicativo privilegiato del bambino è quello non verbale, corporeo”, Claudia Lichene pone l’attenzione sull’ascolto e riconoscimento dell’iniziativa del bambino e sulla comunicazione non verbale a scuola.
Si sofferma, inoltre, sull’importanza della formazione degli educatori e docenti nel mettere al centro della proposta educativa, il bambino, con il suo corpo.
Il contributo si conclude con degli sfidanti spunti di riflessione e lavoro: un curricolo verticale (0-14), fondato sul paradigma della cura, che valorizzi il corpo e il movimento.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

C’è (più di) un pericolo nei social network

Gabriele Lugaro

Negli scorsi articoli abbiamo avuto modo di esporre le ricerche e i progetti che CED - Centro per l’Educazione Digitale ha sviluppato e sta realizzando in vari contesti educativi focalizzando parte del nostro lavoro sulla necessità di portare i temi dell’educazione digitale in tutto il sistema educativo 06. L’urgenza di coinvolgere tutti gli attori e le attrici del sistema, docenti, famiglie, ASL, amministrazioni pubbliche, è la conseguenza di quella che possiamo definire una delle sfide più importanti della contemporaneità: L’Educazione Digitale. Dopo aver affrontato questo tema concentrandoci sullo 06, allarghiamo il campo di analisi ed esploriamo le scuole superiori e il rapporto di studenti e studentesse con i social network.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

Il gruppo degli “adulti educanti”

Alma Gentinetta, Saura Fornero
La scuola è “motore della società” già diceva John Dewey, pioniere della “scuola attiva e progressiva” a metà del secolo scorso. E la scuola dell’infanzia può contribuire a favorire in tutti una rivisitazione, una riscoperta di valori, di modalità di confronto, di inclusione e contrasto alle diseguaglianze che sono prospettive da coltivare per una società migliore. Questo è possibile se gli attori della scuola stessa operano come un gruppo.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

IMMAGINI PAROLE LIBRI

Inquadrare il mondo da altri punti di vista, approfondire lo sguardo
Il nuovo albo fotografico di Tana Hoban: LOOK BOOK

Mostre fotografiche ne vediamo sempre più frequentemente, ma gli albi fotografici hanno difficoltà a farsi strada sul mercato librario per l’infanzia. L’albo fotografico, LOOK BOOK, grazie all’editrice Camelozampa, ha raggiunto finalmente anche il pubblico italiano, dopo 26 anni dalla sua prima edizione.

Continua a leggere...

Non sei ancora abbonato a Zeroseiup???

Scopri le nostre proposte: abbonamento alla rivista, rivista + accesso agli articoli online, abbonamento online

clicca qui per maggiori informazioni

 

 

ZEROSEIUP online - registrazione Tribunale di Bergamo n. 16 03/06/2015 - ISSN 2499-8915

Direttore responsabile: Ferruccio Cremaschi