Login
Registrati
[aps-social id="1"]


Zeroseiup 3/2020

EDITORIALE

Stare dentro al cambiamento

Ferruccio Cremaschi

Abbiamo concluso da pochi giorni la nostra scuola estiva che si poneva proprio come titolo “Stare dentro al cambiamento” che si proponeva di riflettere attorno a tre parole (tre concetti): incertezza, vulnerabilità e resilienza.

Rappresentano gli stati emotivi e di pensiero che abbiamo attraversato tutti quanti e che ci hanno accomunato in questo periodo. È innegabile che esista ancora un’emergenza sanitaria e che non siamo ancora in sicurezza. Dovremo adottare procedure di cautela a tutela degli adulti e di bambine e bambini che ritorneranno nei servizi. Per quanto tempo non sappiamo. Ma intanto si ricomincia, la vita riprende il suo corso. La domanda che ci poniamo è: come? Già emerge dai comportamenti diffusi osservabili dopo le prime aperture una propensione a ritornare rapidamente ai comportamenti e alle abitudini consuete.

...continua a leggere

06UP MAGAZINE N.3, 2020

L’INTERVISTA

 

E adesso da dove si riprende?

Nell’intervista a Donatella Savio, a cura di Ferruccio Cremaschi, vengono alla luce le profonde implicazioni pedagogiche che hanno sui bambini, oltre che sugli adulti, le scelte organizzative necessarie per il contenimento della pandemia. Si riflette su possibili correttivi per attenuare le conseguenze di una comunicazione educativa “deformata” dalle norme di distanziamento.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

IL POPOLO DEI PICCOLI

La Costituzione Italiana per chi non la sa ancora leggere – Artt. 7,8,11

Il testo Costituzionale richiama temi fondamentali in educazione, se non esistenziali; Raffaele Mantegazza tratta, in questo contributo, il rapporto tra la religione e lo stato e la guerra, adattandoli all’esperienza dei più piccoli.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

GENITORIALITA’

 

IL ruolo della famiglia nella continuità

Augusta Moletto e Riziero Zucchi

L’idea fondamentale per realizzare una continuità effettiva è che “il bambino è al centro dei processi di transizione, ma sono gli adulti che hanno la responsabilità di condurlo con sicurezza da un ambito educativo all’altro”, tutto questo all’interno di un paradigma ecologico e attraverso la narrazione e l’ascolto.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

CULTURA

 

Riflessioni sospese e galleggianti

Di fronte ad un mondo che momentaneamente non possiamo abitare dobbiamo cercare di imparare cosa questa condizione ci offre oltre a quello che ci sta togliendo. Ancora una volta la vera chance per la scuola, a distanza o in presenza, non può che rimanere, credo, “costruire saperi” attorno alle cose che capitano, vivendo», con questa e altre suggestioni Nadia Ferrari ci accompagna a riflettere sul nostro modo di vedere la scuola e il mondo.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

DIVAGAZIONI DIGITALI

Uno, due… Pinocchio!

Ornella Martini riprende il discorso sulla “cultura convergente”, sugli intrecci cross-mediali e multimediali prodotti da alcuni prodotti culturali, uno fra tutti “Pinocchio”, addentrandosi in una lettura critica ed intrecciata del libro, nelle sue diverse versioni, e dei differenti film usciti nel corso dei decenni.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

IL PIACERE DI DOCUMENTARE

 

Documentare i processi di conoscenza

Manuela Cecotti

La documentazione, all’interno di una prospettiva in cui vi sia la necessità di analizzare i processi dell’apprendimento, diviene “strumento per rivedere e ragionare in momenti successivi sui percorsi realizzati e si offre come materiale prezioso per riflettere e interpretare gli avvenimenti che accadono nel gruppo”.

Continua a leggere...

IMMAGINI PAROLE LIBRI

 

Ben tornato Harold

  Segnalavo già nel numero scorso il libro Luna e la camera blu, la storia di una bambina che con una matita rossa ed una buona dose di fantasia allarga l’orizzonte della sua vita nella sua camera blu. Luna ha un importante precedente letterario, Harold e la matita viola. Questo

Continua a leggere...

PROFESSIONALITA’

Il tempo è fuori squadra

Matteo Lei

Il personale educativo del Nido Parco e del Nido San Carlo (Sassuolo – MO) si è interrogato su come fosse indicato agire per assolvere alla funzione di “salutogenesi” propria dei servizi educativi nei confronti dei bambini anche, e soprattutto, in questo periodo così disorientante


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

Didattica a distanza o didattica della vicinanza?

Diana Penso sottolinea alcune caratteristiche da imprimere alla didattica a distanza perché possa divenire didattica della vicinanza: l’ascolto, la cura, il senso d’appartenenza alla comunità scolastica, la relazione con le famiglie, sono le principali.

Continua a leggere...

Di curiosità virtù

Anastasia De Vita

La continua disponibilità ad apprendere e l’inesausta spinta a porsi domande costituiscono quella “curiosità” che consente agli educatori e alle educatrici di riflettere e di migliorare la loro professionalità.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

BIMED e le sue pubblicazioni

Sara Magnoli presenta le recenti pubblicazioni della Biennale delle Arti del Mediterraneo, si tratta di due testi: Insieme che indaga rispetto a cosa pensa la comunità che ruota intorno a Bimed di Bimed stessa, e Forme di scrittura socializzanti. Fra creatività e umanità che intende approfondire non solo gli aspetti legati alla staffetta di scrittura nelle scuole, ma anche quella rivolta alle famiglie e la staffetta musicale.

Continua a leggere...

Lo sviluppo dell’oralità, delle competenze interattive e dell’essere una scuola-comunità

Antonella Panchetti

Gli insegnanti della scuola dell’infanzia hanno la possibilità di creare i tempi e gli spazi adatti all’educazione all’oralità, di porre le basi per un’interazione adeguata con gli altri, di creare il contesto adatto ad essere comunità e porre “quel primo fondamentale tassello per sviluppare nei bambini autonomia di pensiero e cogliere le potenzialità di un vivere a livello comunitario”.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

Costruire la prospettiva zerosei

Il contributo riporta l’esperienza di un percorso formativo in comune tra educatrici ed educatori del Nido d’infanzia e insegnanti di Scuola dell’infanzia che, per mezzo di un approccio partecipativo e “promosso dall’interno” affrontano i temi della relazione educativa, del gioco e delle attività di apprendimento. Claudia Lichene riporta come “da una iniziale ed apparente separazione tra la prospettiva pedagogica del nido, maggiormente orientata alla cura e alla relazione educativa e quella propria della scuola dell’infanzia più centrata sulla promozione della curiosità e dell’interesse verso i diversi ambiti del sapere, si è andata rafforzando la prospettiva di un approccio olistico rispetto all’educazione del bambino da 0 a 6 anni”.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

Le riflessioni e le azioni di un Coordinamento Distrettuale 0/6 ai tempi del Coronavirus

  L’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico conta un totale di 39 servizi per la prima infanzia (Nidi d’Infanzia, Spazi Bambino, Centri per Bambini e Famiglie, Servizi Sperimentali), 99 sezioni di scuola dell’infanzia statali e 32 sezioni di scuole dell’infanzia private paritarie. Tutti i coordinatori pedagogici di questi servizi siedono…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

La crisi come crescita

Cristina Borsoi (coordinatrice psicopedagogica), Chiara Simonella (insegnante) e Francesca Venerus (insegnante) della Scuola dell’infanzia San Giuseppe Prata di Pordenone

Nella risposta all’isolamento della scuola dell’infanzia “S. Giuseppe” i punti saldi sono stati il mantenimento di un certo ritmo, della relazione e la rassicurazione portata ai bambini e alle famiglie, nella “consapevolezza di essere ad un punto cruciale, di snodo epocale anche per ciò che concerne la definizione stessa di fare scuola”.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

Gli spazi scolastici

Marianna Langella nel proporre, grazie ad una lunga esperienza personale, l’allestimento di uno spazio per il gioco della sabbia, si rifà all’idea che la progettazione educativa dello spazio nella scuola debba essere riflettuto e consapevole.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati
Continua a leggere...

Non sei ancora abbonato a Zeroseiup???

Scopri le nostre proposte: abbonamento alla rivista, rivista + accesso agli articoli online, abbonamento online

clicca qui per maggiori informazioni

 

 

ZEROSEIUP online - registrazione Tribunale di Bergamo n. 16 03/06/2015 - ISSN 2499-8915

Direttore responsabile: Ferruccio Cremaschi