Login
Registrati
[aps-social id="1"]

Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine

Virginia Woolf

Cerca per Autore: ISBN: Titolo o keyword: Pagina 1 di 16


Coordinatore e coordinamento territoriale

    Realizzare il sistema integrato 0-6  Obiettivo strategico nell’attuazione del Sistema educativo integrato 0-6 il Coordinamento Pedagogico Territoriale costituisce uno snodo nevralgico decisivo per la governance locale nonché una risorsa fondamentale per la costruzione di un sapere pedagogico condiviso capace di sostenere progettualità coerenti e garanti di qualità educativa. Un luogo, un organismo, in cui la funzione e il ruolo molto articolato e complesso del coordinatore pedagogico trovino sintesi e valore diventando cifra di una mente collettiva che promuova continuità tra servizi, siano essi gestiti da soggetti pubblici e privati, facendo della diffusione della cultura dell’infanzia, un obiettivo che non appartenga solo ai servizi ad essa dedicati, ma alla collettività nel suo complesso e alle politiche educative espresse dal contesto territoriale. In queste pagine si vuole, inoltre, dar conto di esperienze innovative e sperimentali promotrici di processi, di analisi strutturali e metodologiche e di azioni formative capaci di produrre un cambiamento avvertito ormai urgente.    

Continua a leggere...

€ 20

Add to cart



Lo zerosei di fronte all’emergenza COVID

    Esperienze, ricerche e riflessioni pedagogiche   Il volume prende le mosse da un incontro on line organizzato il 28 novembre 2020 dal Gruppo SIPED Infanzia sul tema: Lo zerosei di fronte all’emergenza COVID. In quella sede vennero proposte riflessioni particolarmente interessanti, che hanno trovato poi un approfondimento scientifico nei diversi contributi raccolti.    

Continua a leggere...

€ 18

Add to cart



Un quadro europeo per la qualità dei servizi educativi e di cura per l’infanzia: proposta di principi chiave

Rapporto elaborato dal Gruppo di Lavoro Tematico sull’Educazione e Cura dell’infanzia sotto l’egidia della Commissione Europea È possibile migliorare l’accessibilità dei servizi e al tempo stesso garantirne la sostenibilità in tempi di crisi? Come ripensare le pratiche educative e di cura mettendo al centro i bisogni dei bambini che provengono sempre più spesso da contesti connotati da pluralismo linguistico e culturale? Come sostenere la professionalità di educatori e insegnanti che, nelle loro relazioni quotidiane con bambini e famiglie sono chiamati a confrontarsi con questa complessità crescente? Si può dare nuovo impulso ad una progettualità pedagogica inclusiva che si spinga oltre la realtà del singolo servizio attribuendo un ruolo attivo a bambini e famiglie nei processi di rinnovamento sociale delle comunità in cui vivono?

Continua a leggere...

€ 16.8

Add to cart



Etica dell’essenziale e oltrenero pedagogico

    Eppure possiamo dirlo. Né Celan né Levi dopo aver scritto le loro opere si sono dati la morte. La morte li ha rincorsi lungamente prima di afferrarli. Perché essi stessi credevano che il loro lavoro di testimonianza possedesse un segno dirimente l’odio, un qualcosa che potesse valicare il confine del nero, assorgendo quale fondamento della luce ritrovata oltre il buio totale. A loro avviso ciò non è avvenuto e la fine suicida li ha accolti ambedue. Che cosa manca? Il fluire della morte, la turgida lentezza dell’insegnamento postremo: l’affermazione che i due potessero dedurre senz’ombra di qualsivoglia smentita l’odio non è debellato. Si potrebbe affermare che questi suicidi non siano stati cagionati da Auschwitz o dalla sua memoria indelebile, ma dal comportamento culturale delle società post seconda guerra mondiale.

Continua a leggere...

€ 9.8

Add to cart



Quando qualità fa rima con opportunità

        Orientamenti e prospettive di qualità nello sviluppo dei servizi  di educazione e cura per l’infanzia in Europa Che cosa significa parlare di sistemi di educazione e cura per l’infanzia di alta qualità? E soprattutto, che cosa implica attribuire il termine “qualità” ai processi di sviluppo dei suddetti sistemi? Dare una risposta a queste domande non è certo semplice e per farlo dobbiamo muovere da alcune evidenze. Come prima cosa è doveroso riconoscere che in Europa, l’educazione e la cura per l’infanzia (ECEC) è stata una priorità crescente in molti Stati membri. Se le iniziative per lo sviluppo dei processi di istruzione sono state, a lungo, una priorità nell’agenda politica, l’educazione e la cura per l’infanzia hanno iniziato a ricevere attenzione solo più di recente.

Continua a leggere...

€ 19.8

Add to cart



Servizi educativi di qualità: caratteristiche per lo sviluppo

    Quaderni del GNNI Il Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia, continuando nella sua storica vocazione di promuovere azioni e pensieri nell’ambito del sistema 0 6 anni, ha avviato alcuni momenti di riflessione per conoscere in quali situazioni si trovino i servizi educativi e quali possano essere le condizioni per potenziarne l’offerta.   I contributi qui presenti di esperti e rappresentanti sia del settore pubblico che privato (intervenuti ai seminari “Quali risorse per l’educazione dell’Infanzia” del 24 ottobre e “Quali condizioni per la sopravvivenza di servizi educativi di qualità” del 14 novembre, tutti nel 2020) aiutano a comprendere quali risorse – umane, economiche, strumentali – e quali dimensioni di sistema siano oggi necessarie per superare i ritardi ancora presenti nella progettazione integrata.  

Continua a leggere...

€ 20

Add to cart