Login
Registrati
[aps-social id="1"]

I bambini, l’arte, la cultura

 12,00

La cultura non è solo il sapere, il conoscere, l’avere abilità nel fare: è lo stato dell’essere umano attivo nell’ambiente.
L’uomo-natura non esiste; esiste l’uomocultura, in una varietà di sistemi in cui coesistono differenze opposizioni esclusioni.
L’infanzia è un processo di vita che costruisce cultura con qualità che si rafforzano nel seguito quando si avvia il rapporto con le discipline culturali.
Dare la parte maggiore all’arte implica una espansione verso altri campi culturali.
Le argomentazioni sono basate su ricerche capaci di comprendere la concretezza di fatti particolari. Hanno un ruolo centrale l’osservare, il discutere, il collegarsi alle esperienze.
La documentazione è pienamente attuale.
La metodologia è legata allungo periodo di consulenza dell’autore (come coordinatore scientifico), dal 1983 al 2005 di Lavorare per Progetti del Comune di Riccione che si estese largamente nella bassa Romagna.
Da sempre l’autore sostiene l’unità nidi-scuola dell’infanzia (sistema integrato).
Il passaggio dall’impegno riformistico ad apprezzabili realizzazioni incontra molte difficoltà.

Francesco De Bartolomeis

ISBN: 979-12-80549-14-3

Numero di pagine: 104

Allegati:

Informazioni su come acquistare con Carta del Docente

Descrizione

La cultura non è solo il sapere, il conoscere, l’avere abilità nel fare: è lo stato dell’essere umano attivo nell’ambiente.

L’uomo-natura non esiste; esiste l’uomocultura, in una varietà di sistemi in cui coesistono differenze opposizioni esclusioni.

L’infanzia è un processo di vita che costruisce cultura con qualità che si rafforzano nel seguito quando si avvia il rapporto con le discipline culturali.

Dare la parte maggiore all’arte implica una espansione verso altri campi culturali.

Le argomentazioni sono basate su ricerche capaci di comprendere la concretezza di fatti particolari. Hanno un ruolo centrale l’osservare, il discutere, il collegarsi alle esperienze.

La documentazione è pienamente attuale.

La metodologia è legata allungo periodo di consulenza dell’autore (come coordinatore scientifico), dal 1983 al 2005 di Lavorare per Progetti del Comune di Riccione che si estese largamente nella bassa Romagna.

Da sempre l’autore. sostiene l’unità nidi-scuola dell’infanzia (sistema integrato).

Il passaggio dall’impegno riformistico ad apprezzabili realizzazioni incontra molte difficoltà.

Recensioni

  1. CMC Creminski

    Recensione di Piero Bianucci – La Stampa – 06 Dicembre 2022

    L’Istruzione ha perso l’aggettivo “pubblica”, 700 scuole spariranno, soldi tolti alla formazione per darli a scuole private e burocrazia. Due libri invitano a ragionare sulle “scienze della formazione”, parole che Umberto Margiotta sostituì a “pedagogia”. Francesco De Bartolomeis a 104 anni pubblica un libro sull’importanza di esporre all’arte i bambini da 3 a 6 anni. Mai semplificare ciò che è complesso. D’Azeglio batte Cavour.

    La nuova denominazione “Ministero dell’Istruzione e del Merito”, una uscita infelice del suo titolare Giuseppe Valditara, il taglio di finanziamenti alla scuola e l’Eduscopio 2022 della Fondazione Agnelli suggeriscono qualche riflessione a proposito della disciplina che una volta si chiamava Pedagogia (era così al tempo dei miei esami con Luigi Pareyson e Pietro Chiodi all’Università di Torino) e ora si chiama Scienze della Formazione…

    …continua a leggere

Aggiungi una recensione

Richiesta copie saggio

Ti potrebbe interessare…