Login
Registrati
[aps-social id="1"]

Osservare, progettare, documentare, valutare in modo formativo

Anna Bondioli

Professore Ordinario di Pedagogia generale e sociale presso l’Università di Pavia


L’articolo mira a far luce su quelle azioni professionali che educatrici e insegnanti sono chiamate a svolgere, che non riguardano direttamente la relazione con i bambini, ma che risultano indispensabili per svolgere un lavoro educativo efficace. Si tratta di azioni che potremmo chiamare meta-professionali in quanto stanno a cornice e alla base del lavoro educativo e consistono nell’osservare, progettare, documentare e valutare. In relazione ai contesti 0-6 esse assumono caratteristiche e funzioni specifiche volte a rendere il lavoro educativo sempre più intenzionale, capace di autocorrezioni e di innovazioni ragionate, calibrato sul contesto e in grado di sostenere la crescita a tutto tondo dei bambini cui è rivolto.
In questa ottica si intende mettere in evidenza le particolari funzioni svolte dalle attività meta-professionali menzionate e il loro significato in rapporto a un modo di fare educazione riflessivo e partecipato.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati